Le procedure per un eccellente adattamento (rewriting traduttivo)

Tutte, davvero tutte, le connotazioni dell'originale nelle lingue-target

A dire il vero, sarebbe pleonastico utilizzare i temini adattamento e rewriting traduttivo, perché una traduzione dovrebbe, per definizione, rendere tutte le connotazioni della lingua (e del geomarketing) di partenza nella lingua e nel geostile d'arrivo.
Ma giacché spesso la cultura traduttiva è ancora piuttosto carente negli ambiti professionali, i clienti sono angosciati (e hanno ragione di esserlo) relativamente ai risultati multilingui dei loro ordini: forniscono quindi precisazioni molto dettagliate che definiscono i servizi da erogare.

L'adattamento o il rewriting traduttivo

Per paura di ricevere testi tradotti "letteralmente", dei calchi o, come spesso si dice, delle traduzioni realizzate "a colpi di dizionario", i clienti si affrettano ad assicurarsi che l'agenzia multilingue che fornisce loro i servizi abbia compreso bene la natura del lavoro da effettuare.
Del resto, temono anche le trasposizioni infedeli e fantasiste che degradano e scombussolano i posizionamenti marketing dei loro prodotti/servizi e delle loro aziende o istituzioni.

La fedeltà marketing nei testi-target

Il testo originale contiene sempre tutte le motivazioni che il lavoro multilingue deve rendere fedelmente nelle forme espressive dei testi d'arrivo (detti adattamenti).
Sembra evidente che tutte le vere traduzioni sono adattamenti con la caratteristiva particolare della fedeltà anche morfologica.
Naturalmente, questa fedeltà dev'essere ottenuta nella perfezione stilistica totale. In maniera tale da eliminare ogni sentore, anche lontanamente sospettabile di essere frutto di traduzione parassitaria.
Idealmente, i due testi, messi l'uno di fianco all'altro, non devono essere nemmeno identificabili in quanto testo di partenza e testo d'arrivo.

Le particolarità dei testi soggetti a differenziazioni rispetto all'originale

Spesso, i clienti hanno la necessità di mettere in rilievo o d'introdurre dei concetti anche assenti, oppure espressamente ignorati nel testo originale di partenza.
In tal caso, un briefing (alle volte accompagnato da un debriefing) dovrà essere consegnato all'account manager o al copywriter-traduttore in modo tale che possa capire perfettamente le preoccupazioni del cliente. Tale briefing potrà allo stesso modo presentarsi in forma scritta.

Il rewriting traduttivo: tra la traduzione fedele e il copywriting inventivo